Alta Genetics

Creare Valore, Costruire Credibilità, Produrre Risultati

Dairy Basics
Articoli sulle nozioni di base
Tutto su:

Dairy Basics

lunedì, 04 maggio 2015

Le migliori pratiche degli allevamenti top per la riproduzione

Per raggiungere l’eccellenza nella riproduzione ci vuole molto di più che saper fecondare bene. Molti altri fattori entrano in gioco.

 

Gli allevamenti top per la riproduzione hanno alcune cose in comune, come mettere grande attenzione ai dettagli, specialmente nei seguenti cinque aspetti.  Anche se i consigli sembrano semplicistici, metterli in pratica è più facile da dire che da fare.

 

Questi cinque fattori critici di successo possono aiutarvi a focalizzare sugli aspetti gestionali per migliorare la riproduzione nel vostro allevamento.  

  1. Rispettare i protocolli

I programmi di sincronizzazione si basano sul rispetto di protocolli sperimentati. Se solo non viene rispettato il 10% delle iniezioni che ogni volta devono essere fatte, si finisce con avere meno del 60% di vacche correttamente sincronizzate. E questo ha un grandissimo effetto negativo sui tassi di concepimento delle vacche fecondate. Se rilevate che i tassi di concepimento sono significativamente inferiori per i calori da sincronizzazione rispetto a quelli naturali, questo è il primo aspetto da valutare. E agire.  

  1. Impegno e coinvolgimento del personale

C’è una correlazione tra il mantenimento del buon personale e risultati nella riproduzione. Gli allevamenti con la migliore riproduzione hanno personale attento e coinvolto e che rimane a lungo in azienda. Impegno a migliorarsi e qualche forma di di riconoscimento può aiutare a raggiungere ottimi risultati.

  1. Adeguata gestione del parto e della transizione

Manze ben sviluppate che hanno un’alimentazione bilanciata, che vengono immesse nel gruppo delle partorienti per tempo ed hanno il corretto BCS al parto, permette un più facile processo del parto. E lo stesso vale per le vacche adulte nella fase dell’asciutta. Un parto facile e veloce permette una più rapida ripresa dell’appetito. Ed un buon appetito porta a meno problemi metabolici che a sua volta porta ad avere vacche più fertili quando è ora di fecondarle.

  1. Buon controllo delle mastiti

C’è certamente una relazione tra SCC e riproduzione. Gli allevamenti con il più alto tasso di gravidanza hanno anche basse cellule somatiche. Un ambiente pulito ed asciutto ed una costante e corretta routine di mungitura può contribuire al controllo delle mastiti.

  1. Corretta alimentazione

Vacche con acidosi sub-clinica mostrano meno segnali dell’estro e di conseguenza il tasso di rilevamento calori è più basso in questi allevamenti. Il ritardo temporale tra l’inizio della chetosi sub-clinica e l’insorgenza dei problemi riproduttivi rende questo problema nascosto difficilmente valutabile ma questo è anche uno dei più frustranti e non ha una soluzione rapida. In ogni caso alcuni due semplici metodidi prevenzione sono quelli di evitare un cambiamento troppo rapido ad una razione con molti cereali e fare una buona miscelata per impedire alle vacche di scegliere gli alimenti in mangiatoia.

 




Chrissy Meyer
Chrissy Meyer
US Marketing Manager
cmeyer@altagenetics.com
United States

Alta News

mercoledì, 03 gennaio 2018
Conosciamo la K caseina variante E
mercoledì, 20 dicembre 2017
Accordo per una fusione tra Koepon e CRI
lunedì, 11 dicembre 2017
Catalogo DICEMBRE 2017
 
 

Prodotti & Programmi